l’Italia chiamò: maratona per finanziare la terapia intensiva

l’Italia chiamò

Mai come in questo momento serve il contributo di tutti. Molti lo stanno facendo anche rispondendo alla richiesta di fondi per i reparti di terapia intensiva attraverso la maratona “L’Italia Chiamò” e la Protezione Civile.

«È possibile effettuare un versamento con causale “L’Italia Chiamò” sul conto corrente messo a disposizione dalla Protezione Civile.

CONTO CORRENTE di tesoreria 22330 intestato a Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della protezione civileCF 97018720587

IBAN: IT49J0100003245350200022330

BIC: BITA IT RR ENT CIN: J

Il ricavato verrà destinato ai reparti di terapia intensiva maggiormente “stressati” dall’emergenza in corso.»

“È in momenti come questi che si misura il valore di una comunità. La capacità di stare assieme agli altri, pur restando dentro casa, di sostenersi, di riscoprire – grazie ad Internet – la gentilezza come cifra del nostro vivere sociale.

Tutti uniti nel più grande live streaming di tutti i tempi per raccontare al mondo come reagisce l’Italia davanti all’emergenza Coronavirus.

Racconteremo le storie di chi sta tenendo le scuole aperte con il digitale; delle aziende che si reinventano con lo smart working, di artisti, festival culturali, spettacoli, concerti e mostre sospesi a causa del virus, che trovano nel digitale una nuova forma di intrattenimento.

E poi, la più importante: una grande raccolta fondi per sostenere lo sforzo delle professioniste e dei professionisti del sistema sanitario nazionale, con donazioni sul conto corrente della protezione civile destinate ai reparti di terapia intensiva.

Ci vediamo online venerdì 13 marzo, dalle sei a mezzanotte, per una maratona di diciotto ore su YouTube, e sui siti che vorranno partecipare.”

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Proiezione documentario Dicktatorship

Venerdì 20 marzo alle 19:30 proiezione del documentario Dicktatorship – regista Luca RagazziKarlstorkino

dick_plakat_2


Dicktatorship
, il film diretto da Gustav Hofer e Luca Ragazzi, racconta la storia di Gustav Luca, due ragazzi che vivono insieme da tanti anni. Un giorno, a colazione, una battuta infelice rischia di mettere in crisi il loro rapporto di coppia: possibile che Gustav non si sia mai reso conto che Luca è un maschilista? E come mai anche un uomo progressista come Luca è capace di atteggiamenti sessisti senza neanche accorgersene? La discussione è il pretesto per iniziare un’analisi puntuale del loro – e nostro – Paese. Un viaggio alla scoperta delle storie di ordinario sessismo dell’Italia di oggi, tra integralisti cattolici, improbabili raduni per “uomini veri”, esperimenti scientifici rivelatori… Incontrando diversi esperti nel campo della sociologia, della scienza, delle arti e persino del porno, provando ad orientarsi nell’intricato mondo dei rapporti di potere tra uomo e donna, Gustav e Luca guidano lo spettatore in un viaggio caleidoscopico e a tratti esilarante che li porterà a una conclusione inevitabile: sono gli uomini a dover cambiare, perché le donne, a quanto pare, lo hanno fatto già da tempo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Primo Piano

We love PASTA! – CORSO DI CUCINA con Giuliana Polidoro – italcorsi – Kochkurse

Sabato 11 gennaio 2020 dalle 17 alle 21 circa presso la Mehrgenerationenhaus di Rohrbach – Heinrich-Fuchs-Straße 85, 69126 Heidelberg

WeLovePastaPreparare la pasta fatta in casa non è così difficile come si pensa. Per questo abbiamo deciso di organizzare questo corso con l’aiuto di una professionista della cucina. Il corso di concluderà con una bella cena accompagnata da un bicchere di vino.

 

Iscrizione obbligatoria all’indirizzo volare.dik@googlemail.com (numero di partecipanti limitato)
Prezzo: 28€ / soci Volare e studenti 20€
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Primo Piano

Appello per l’associazione Gandhi

GandhiCharitySabato 12 ottobre abbiamo avuto l’opportunità di vedere il bellissimo documentario “Alganesh – All’orizzonte una speranza” e di discuterne con la dottoressa Million Berhe, collaboratrice e membro dell’associazione Gandhi.
Volare vorrebbe promuovere l’associazione Gandhi nelle sue molteplici attività.
Solo per citarne alcune:
Vi invitiamo a supportare l’associazione Gandhi attraverso possibili collaborazioni e donazioni.
Le informazioni relative sono disponibili sulle pagine:
Cari saluti,
il Team di Volare
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Primo Piano

 

Proiezione del documentario Alganesh – All’orizzonte una speranza con Million Berhe – In Italiano con sottotitoli in inglese

Sabato 12 ottobre 2019 alle 18:00 al Karlstorkino – Am Karlstor 1, Heidelberg
Il documentario sarà introdotto dalla D.ssa Berhe che sarà anche disponibile per una discussione alla fine della proiezione.

Locandina

Al confine tra Etiopia ed Eritrea, dopo decenni di guerra, oggi si combatte un’altra battaglia: quella della sopravvivenza per migliaia di profughi in fuga dalla dittatura. Sono 5 i campi profughi degli Eritrei sul confine etiopico, e la vita si svolge con difficoltà enormi per la scarsità di acqua, la mancanza di beni di prima necessità, ma soprattutto la mancanza di futuro. Tre i protagonisti del film: la dottoressa Alganesh Fessah, italiana eritrea, una vita in prima linea per i suoi conterranei in fuga; i profughi in arrivo dal confine: l’Etiopia, terra che accoglie in tutto un milione di persone in fuga da Eritrea, Sud Sudan, Somalia, Congo. Nel film incontriamo alcuni bambini in fuga da soli, senza genitori. Sono sempre di più i minori non accompagnati che arrivano al campo di prima accoglienza di Endabaguna, hanno dai 4 ai 16 anni, sognano di rivedere la mamma e di poter studiare, sognano una vita. Tra i campi, uno in particolare presenta condizioni estremamente difficili: è quello dei Kunama, perseguitati da sempre, arrivati al campo già 17 anni fa e ora senza nessuna prospettiva. Nel campo di Mai Ayni i profughi trovano sollievo e qualche speranza nel lavoro dell’associazione Ghandi, sostenuta anche dal Centro Missionario Diocesano di Trento: i bambini in età prescolare ricevono un pasto caldo al giorno e assistenza sanitaria, gli anziani vengono a prendere ogni mese una saponetta e una manciata di grani di caffè. La dottoressa Alganesh, che non vuole essere chiamata “eroe”, nella sua quotidianità si spende per i più deboli tra i profughi. Ha avviato i corridoi umanitari per i casi più disperati, supporta i vari campi, va nelle prigioni egiziane a liberare i prigionieri, ed è in prima fila nel Sinai per liberare quelli rapiti e torturati. Alganesh intravvede all’orizzonte una speranza?

Regia: Lia Beltrami, Marianna Beltrami
Attori: Alganesh Fessaha – (se stessa)Music Ghebreghiorghis – (se stesso)Ezekiel Channe – (se stesso)
Sceneggiatura: Lia BeltramiMarianna Beltrami
Fotografia: Ferran Paredes (Ferran Paredes Rubio)

FESTIVALS AWARDS AND MENTIONS:

FRANJA MIGRACIÓN PREMIO ESPECIAL   “JUANA CUADRADO”  PARA REALIZADORAS FEMENINAS Festival De Cine Social Y Derechos Humanos – Cine Otro CILE Festival

TAURASI D’ARGENTO Best Photography Festival del Cinema di Taurasi

3s BEST DOCUMENTARY NEW DELHI FILM FESTIVAL India

SPECIAL MENTION OF THE JURY – SILOE Film Festival

HONORABLE JURY MENTION CINE INDIAN FILM FESTIVAL Mumbai

HONORARY MEDIA 5th Silk Road Film Festival China

CRITIC HONORARY MENTION  Filmmaker Day TORINO

TARGA Salerno International Film Festival

AUDIENCE AWARD RushDocs Film Festival Los Angeles USA

Special Mention TRANI FILM FESTIVAL

BEST SOCIAL DOCUMENTARY MasterDoc Film Festival Los Angles

BEST DIRECTION Monaco Film Festival

Pubblicato in Primo Piano | 2 commenti

Primo Piano

FestivalBanner2019

Benvenuti all’ottavo KulturFestival Italia di Heidelberg!

Anche quest’anno siamo lieti di presentare una settimana ricca di eventi dedicati alla cultura italiana e alle sue molteplici sfaccettature. Il mercatino sulla Friedrich-Ebert-Platz vi accoglierà nuovamente come punto d’incontro, dialogo e degustazione dei sapori italiani. Vi aspettiamo numerosi!
Il team di Volare e.V.
Adriana, Chiara, Flavio, Franca, Rita, Roberta e Silvia

Un ringraziamento speciale ai sostenitori di questo Festival per la fiducia e l’appoggio finanziario!

IIC-colore-stoccarda
logo-stadt

Con la formula Festival Mix puoi seguire più eventi risparmiando! Il 15% su due eventi, il 20% su tre e il 30% su quattro o più eventi. Solo su prevendita mandando un email a Volare e.V. – volare.dik@googlemail.com

****Venerdì 24 maggio 2019****

Taeter Theater, Bergheimer Str. 147, Heidelberg
Ore 19:00: inaugurazione e ricevimento di apertura del Festival.
Ore 20:00: Concerto – CANZONI SENZA INGANNI

Ingresso
: 14 € (12 € Soci Volare, 8 € Stud.)

IMG-20190223-WA0003

Carlo Ghirardato: Voce e chitarra
Paolo Presta: Fisarmonica

Un omaggio a Fabrizio de Andrè nel ventennale della sua scomparsa per testimoniare attivamente come la sua ereditá artistico-musicale riesca ancora oggi a parlarci attraverso la poesia delle sue canzoni. Carlo Ghirardato e Paolo Presta ne offriranno una loro personale interpretazione prendendo spunto con “meravigliosa oggettività” dalla vicenda esistenziale e artistica del cantautore genovese (1940-1999). Introduzione del giornalista e autore Dr. Alessandro Bellardita.

****Sabato 25 maggio 2019****

AMORE AMORE con Reinhold Joppich e Mario Di Leo
Theater im Romanischen Keller, Seminarstr. 3, Heidelberg – alle 20:00
Ingresso: 12 € (10 € Soci Volare, 6 € Stud.)
Lingua: Italiano / Tedesco

AmoreJoppichDiLeoBuch
Che cos’è l’amor? Questa serata musico-letteraria proverà a dare una risposta a questa domanda in maniera drammatica, comica, passionale, aspra, ma sempre poetica. Reinhold Joppich reciterá in tedesco testi di autori quali Italo Calvino, Dario Fo, Ignazio Silone. Il cantautore Mario di Leo lo accompagnerà alla chitarra con le piú belle canzoni italiane che parlano d´amore e con composizioni proprie.

 

 

****Domenica 26 maggio 2019****

ALLA SCOPERTA DELLA DIVINA COMMEDIA
Laboratorio per bambini e ragazzi con Elena Sciuga – alle 11:00
CentroLingue Leonardo da Vinci, Schröderstraße 39b, HD
Ingresso: libero (età consigliata: a partire da 6 anni)
Lingua: Italiano

DantePaperinoElena Sciuga, laureata in lettere e filosofia, ci accompagnerà attraverso parole e immagini in un viaggio entusiasmante nel mondo medievale del poeta Dante Alighieri e di una delle più grandi opere letterarie di tutti i tempi. Visiteremo alcuni luoghi spaventosi e inquietanti dell´Inferno e altri irradiati dalla luce divina del Paradiso. Incontreremo anime dannate e spiriti beati. Ascolteremo voci che hanno segnato la storia, come l´imperatore Cesare e Francesco d´Assisi, e altre che il tempo ha dimenticato.

Riprogrammato per l’autunno

****Domenica 26 maggio 2019**** 
BEPPE SEVERGNINI „COSA VOGLIONO GLI ITALIANI?“
Ingresso:
Lingua: Italiano/Tedesco

thumbnail
Una politica spesso incomprensibile, una resilienza sorprendente, una fantasia indiscutibile. Il giornalista Beppe Severgnini proverà a spiegarci con la sua proverbiale ironia come l’Italia si prepara ad affrontare i nuovi anni ´20. Severgnini (1956) è giornalista, editorialista, firma de il Giornale, del Corriere della Sera, dell’International New York Times e dell´Economist. Inoltre autore di innumerevoli libri – conosciuto in Germania, in Europa e nel mondo — creatore del forum Italians. Dal 2017 al 2019 è stato vicedirettore del Corriere della Sera e direttore del settimanale Sette.

 

****Martedì 28 maggio 2019****

Presentazione del libro L’OSTERIA DEI PASSI PERDUTI E LA BIBLIOTECA GUARNERIANA di Angelo Floramo
Museum Haus Cajeth, Haspelgasse 12 , HD – alle 20:00
Ingresso: 6 € (5 € Soci Volare, 4 € Stud.)
Lingua: Italiano

FloramoAngelo Floramo, laureato in Filologia latina medioevale, scrittore e consulente scientifico presso la Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, ci accompagnerà attraverso i paesaggi del Friuli, della Slovenia e dell’Istria e i suoi sapori, odori e incontri. A seguire entreremo nella Biblioteca Guarneriana (1466) dove si trovano dei manoscritti inestimabili come la Bibbia Bizantina del XIII secolo e la miniatura della Divina Commedia di Dante del XIV/XV secolo. Moderazione: Luisa Orsaria

A fine serata degustazione di prodotti friulani.

****Mercoledì 29 maggio 2019****

MATERA: CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA di Anna Picardi
Ernst-Robert-Curtius-Saal (2.S)/Romanisches Seminar, Seminarstr. 3, HD – alle 20

Ingresso: libero
Lingua: Italiano

media.media.dcf44c62-1a00-4078-b7ab-d84c7a40b602.original1024La città di Matera ha una storia millenaria, abitata da sempre in un singolare luogo fatto di natura e di architettura, una città ricavata nei costoni di una gravina, modificando le forme naturali delle grotte per farne case, chiese, strade, piazze in una forma urbana originalissima. Matera è diventata “città laboratorio”: laboratorio del moderno, laboratorio antropologico e laboratorio socio-territoriale per esperti nelle varie discipline. Un viaggio in un´Italia del Sud veramente sperimentale!

****Da venerdì 24 maggio a lunedì 27 maggio 2019****

MERCATINO ITALIANO sulla Friedrich-Ebert-Platz – dalle 9 alle 19

DSC05691

Mercatino di prodotti artigianali d’alta qualità di diverse regioni italiane come Sardegna, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia e Trentino e altre specialità.

La nostra associazione sarà presente con uno stand da sabato a domenica e come ogni anno organizzeremo un programma di attività per bambini ed un mercatino dell’usato di libri italiani.

Programma creativo bambini – Sabato 11 – 17 e Domenica 13 – 17

Ringraziamo inoltre i nostri partner di Heidelberg:

logo Gelatogo Antonio Larosa

****Venerdì 5 luglio 2019****

(FUORI PROGRAMMA)
ANGELA BUBBA – Una giovane scrittrice a Wiesloch
CentroLingue Leonardo da Vinci, Schröderstraße 39b, HD – alle 18:00
Ingresso: libero
Lingua: Italiano

Bubba_ritratto2.PNG
Angela Bubba (1989) è vincitrice della borsa di studio della fondazione Heimann rivolta a giovani scrittrici italiane. Leggerà alcuni passi dei suoi libri e racconterà del suo progetto letterario che ha sviluppato a Wiesloch. Angela Bubba ha giá vinto numerosi premi letterari ed è stata finalista del Premio Strega 2010.


Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Primo Piano

Presentazione del libro Il volo delle chimere” di Flavio Ubaldini e Spartaco Mencaroni

Venerdì 30 novembre 2018 alle 19:00
Romanisches Seminar, Heidelberg
Ernst-Robert-Curtius-Saal (ex Victor-Hugo-Bibliothek), Seminarstraße 3
Ingresso libero

CopertinaFrontePremioArce✓ Le vicende intrecciate di due giovani espatriati, tra cura e ricerca.
✓ Un romanzo sulla ricerca medica e sul rapporto medico-paziente.
✓ Una riflessione su fiducia e cura, su bufale e pseudoscienza, su medicina e vita.
✓ Liberamente ispirato alla vicenda medica di Flavio Ubaldini.

Recensioni dei lettori

Interverranno:
Flavio Ubaldini (autore del libro)
Nadia Gramegna (moderazione)

Come la chimera, essere composto da parti di altri animali, questo libro intreccia storie di vite diverse alle prese con scelte difficili ed eventi sconvolgenti, utilizzando piani narrativi sfalsati in cui si gettano le trame di una storia comune. Da un lato, Linda giovane ricercatrice, che da sola deve fare i conti con una nuova vita e con i risultati di una ricerca che non vogliono venire. Dall’altro, Fosco, dirigente d’azienda, la cui vita viene stravolta da una diagnosi di leucemia che lo catapulta da un giorno all’altro nella vita ospedaliera. Entrambi alla ricerca di un senso, in una storia chimerica di espatri e ritorni, di amori e amicizie, di vita e di morte.

Flavio Ubaldini (Scandriglia, 1969) è laureato in matematica e diplomato in trombone. Dopo aver lavorato per alcune aziende informatiche a Roma, nel 1999 si è trasferito in Germania dove continua a lavorare nel settore informatico in qualità di manager di un team di professionisti dislocati in vari paesi europei.
Negli anni ’90 ha fatto parte di alcune formazioni jazzistiche a Roma e, dal 2004, si diletta a suonare il suo strumento in orchestre sinfoniche amatoriali tedesche, l’ultima delle quali è la Musikfreunde di Heidelberg.
Nel 2014 ha pubblicato per 40K Unofficial La Musica dei Numeri e La musica dell’irrazionale. Nel 2016 il suo dramma I Pitagorici, tratto da Il mistero del suono senza numero, è stato rappresentato quattro volte, l’ultima delle quali nell’aula magna del Politecnico di Torino. Ha pubblicato Il mistero del suono senza numero e Il volo delle chimere” per Scienza Express.

Pubblicato in Primo Piano | Lascia un commento